Trekking

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, una lunga lingua di terra dove si coniugano le bellezze del mare con la maestosità della montagna, uno dei più estesi e completi, per posizione geografica e distribuzione antropica, rappresenta un unicum nel panorama dei Parchi d’Italia, tanto da essere stato riconosciuto dall’Unesco patrimonio dell’umanità
Alle peculiarità geomorfologiche (monti, vallate, coste, mare, fiumi, forre, inghiottitoi, grotte) che questo territorio offre, si aggiunge una lunga lista di aspetti botanici che lo caratterizzano: gli estesi boschi di faggio in ambienti carsici, la presenza dell’abete bianco e della betulla, l’alta percentuale di piante endemiche ed officinali.
Ricca anche la fauna con la presenza della lontra, del lupo, del gracchio corallino, del picchio nero, dell’acquila reale, ecc.
Di conseguenza ne deriva una grande e diversificata varietà di ambienti e itinerari di straordinaria bellezza. Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è un crocevia di numerosi antichi sentieri e rappresenta, lungo l’Appennino meridionale, un’importante nodo nella rete escursionistica nazionale. Camminando lungo gli antichi itinerari che conducono ai luoghi più suggestivi del parco, tra panorami e paesaggi che spaziano dal mare, alla collina e alla montagna, la natura incontaminata di questa area protetta incanta e seduce.
L’Ente Parco, preposto alla tutela ed alla valorizzazione del territorio con particolare riferimento alle sue eccellenze, promuove la pratica dell’escursionismo, inteso come disciplina non competitiva: “Camminare per conoscere e tutelare”. Tale approccio, insieme alla creazione di una rete di sentieri percorribili, attua un modello gestionale che consente di valorizzare il territorio protetto dal punto di vista ambientale, economico e sociale, anche mediante la riscoperta del suo immenso patrimonio culturale, in un processo di accrescimento della consapevolezza da parte delle comunità locali.
Infine, è un modo per promuovere il trekking, inteso non solo come pratica motoria, ma soprattutto come strumento per scoprire l’ambiente, il territorio e la cultura delle comunità locali, valorizzando il tema del turismo della lentezza di qualità, centrato sull’escursionismo, forma di conoscenza, fruibilità e valorizzazione del territorio.

Per maggiori informazioni rivolgersi alle Guide Ufficiali ed Esclusive che hanno curato le proposte di escursioni nel parco  – www.guideufficialipncvd.it – 339/6502455 – 338/1026820 – 348/4537758 – 339/3845628 – 340/9306450